Storia

Oggi una strada di valle tra le più ammirate e frequentate, la Verzasca diventa in estate richiamo irresistibile per turisti provenienti da tutto il mondo che giungono in questo territorio per ammirarne le bellezze. Eppure basta tornare indietro di qualche decennio per riscoprire la storia di una valle rurale, povera, genuina e percorsa soltanto dalla Posta che la collegava a Locarno.

La storia della nostra famiglia è legata profondamente a questo territorio e trova le sue origini nel 1925, quando Edoardo Chiesa (1902-1986), originario di Loco nella Valle Onsernone, intraprese la professione di autista con una Pik Pik a 6 posti, spesso sostituita da una carrozza a cavalli o persino da un autocarro con panchine.
La strada di allora era soltanto una mulattiera, un sentiero di fondovalle: è proprio subito dopo questo periodo che Edoardo diventò il primo conducente della motorizzata Posta della Verzasca.

01.08.1927
Il 1° Agosto 1927, Edoardo assunse in proprio il servizio della Valle con un accordo con le allora PTT, contratto che, anche se con vesti differenti, si protrae anche oggi.
Dopo non poche difficoltà, considerata la sempre maggiore richiesta di spostamento da parte della popolazione, Edoardo introdusse tra i suoi mezzi un Saurer a 14 posti. Ornato di fiori, il veicolo transitò trionfante tra i villaggi, accolto con espressioni di gioia, allegria e salutato a Sonogno da un salve di spari. In questa occasione di rinnovamento e festeggiamento, Edoardo Chiesa offrì un signorile pranzo al Ristorante Posta di Lavertezzo.
L' apprezzato servizio funzionava con quattro corse giornaliere da Sonogno a Tenero e, qualche anno dopo, poté ampliare il proprio raggio d'azione fino a Locarno. Lo sviluppo delle prestazioni postali continuò regolarmente tanto che il 1° dicembre 1930 venne assunto il primo conducente, il Signor Carlo Malaguerra che prestò servizio per ben 38 anni. Agli attuali veicoli si aggiunsero altri Saurer 2BH e LC2, prima da 18 ed in seguito da 22 posti, sempre di marchio elvetico. Nel dopoguerra le esigenze di spostamento aumentarono nuovamente. Per questo, a decorrere dal 1946, le corse furono aumentate dapprima a 6 e successivamente a 10. Nel frattempo venne assunto anche il Signor Storni, che prestò a sua volta servizio per ben 30 anni.

1951
Il 1951, ricordato come “l’anno delle valanghe”, segnò per sempre la memoria dei Ticinesi.
La notte tra l’11 ed il 12 febbraio un impressionante valanga travolse il villaggio di Frasco e inevitabilmente il servizio postale venne interrotto per ben due mesi.
Edoardo per garantire alla popolazione la corrispondenza e i viveri di prima necessità, si recava a piedi giornalmente da Lavertezzo a Sonogno, anche se talvolta fu costretto a fermarsi a Frasco per cause di forza maggiore. In seguito, per favorire il transito dei mezzi, venne realizzata una galleria.

1952
Il 1952 vide la fondazione del Garage Chiesa a Minusio che in seguito verrà mutato nella sua ragione sociale attuale, Auto Chiesa SA, e trasferito a Riazzino. La gestione del Garage è attualmente affidata Flavio Chiesa (1957). L'attività sarà successivamente ampliata nel settore del commercio degli autoveicoli, in particolare nella concessione dei marchi Citroën e Mazda.

1960
Con l’ampliamento della strada e la realizzazione della diga (1960-1965) il traffico in Valle ha subì una forte espansione e così si decise la costituzione della ditta Chiesa Edoardo e figli. I figli di Edoardo, Plinio (1928-2014) e Franco (1946) entrarono quindi a fare parte dell’impresa famigliare. In seguito furono assunti come conducenti Andrea Bulotti, che prestò servizio per ben 36 anni, e Innocente Mignola, collaboratore per 38 anni.

1977
Nel 1977 fu fondata la Plinio&Franco Chiesa con sede a Minusio. Con la stessa passione tramandata dal padre Edoardo, oltre al servizio di linea in valle Plinio e Franco cominciarono a proporre escursioni e viaggi in tutta l’Europa.
Dal ‘70 i vecchi e gloriosi Saurer furono sostituiti da vetture Europee, più confortevoli e meno costose, come i Magirus ed i Mercedes. I colori delle vetture vennero uniformati nel giallo sia per gli assuntori, che per un periodo dovettero usare un colore alluminio, che per le allora regie. I veicoli diventarono 7 con 3 Mercedes e 4 Magirus-Iveco.

1982
Nel 1982 una frana si abbatté sulla strada per un centinaio di metri in zona “Scalate”.
Questo franamento comportò l’uso di piccoli bus e questo inconveniente perdurò fino a marzo dell’anno seguente.

1988
A seguito del sempre maggiore flusso di passeggeri, i veicoli in dotazione divennero sempre più voluminosi e richiesero sempre più spazio per il loro deposito e per la manutenzione.
Nel 1988 si prese la decisione di spostare l’officina meccanica e il deposito da Minusio a Riazzino.

2003
Nel 2003 avvenne il trasferimento definitivo da Minusio a Riazzino di tutta la sede amministrativa ed operativa della Chiesa Bus SA e del Garage Auto Chiesa SA.

11.12.2006
Il servizio postale venne ampliato e, per la prima volta, fu siglato l’accordo con la Direzione degli Autopostali per il servizio di linea 62.311 tra Locarno zona Fevi – Cugnasco e Bellinzona FFS.

15.12.2008
Considerato l’interesse dell’utenza, venne introdotto un servizio navetta aggiuntivo sulla linea 311, tra Bellinzona FFS e Sementina Ponte sul Ticino. Tale servizio fu molto gradito, specialmente nelle ore mattutine e serali. Con queste modifiche a decorrere al 14.12.2009 le corse vennero leggermente potenziate.

13.12.2010
Dopo l’inaugurazione del nuovo Ponte sul Ticino (11.06.2010), che ha permesso il collegamento con mezzi pesanti tra Sementina e Giubiasco, il servizio è stato prolungato fino a Giubiasco FFS.

01.01.2013
Per restare al passo con i tempi, è stata istituita la Chiesa Bus SA di Riazzino, gestita dalla terza generazione.
I figli di Plinio, Flavio e Dario, si occupano della parte amministrativa, mentre il figlio di Franco, Emanuele, entrato in azienda il 1° agosto 2005 prima come conducente, è responsabile coadiuvato dal padre Franco e dal cugino Flavio.

14.12.2014
Benvenuto TPB! Con il mutamento del piano dei trasporti pubblici del Bellinzonese “TPB”, la Chiesa Bus SA ha ottenuto in gestione la linea 2 (Bellinzona FFS – Monte Carasso – Sementina – Giubiasco FFS).
Questo potenzionamento ha permesso l’acquisto di 4 nuovi Autopostali a tecnologia ibrida nel pieno rispetto dell’ambiente e l’assunzione di 7 nuovi conducenti per un totale di 18 autisti.

Sono così trascorsi 87 anni della nostra storia. Come la Valle Verzasca mantiene il suo grande fascino, la passione della Famiglia Chiesa è rimasta immutata nel tempo e prosegue nel ricordo del suo fondatore Edoardo e nella tenacia di Plinio e Franco, senza per`dimenticare di guardare continuamente al futuro e alle nuove generazioni.

01.01.2017
Grazie all’apertura del tunnel di base del Gottardo, AlpTransit l’11.dicembre 2016 e l’inserimento del Ticino Ticket 01 gennaio 2017 (titolo gratuito che permette ai turisti che alloggiano il alberghi, ostelli o campeggi, di usufruire gratuitamente per tutto il soggiorno i mezzi pubblici e nel contempo avere agevolazioni sugli impianti di risalita di tutto il Ticino) il turismo nel nostro cantone è decisamente aumentato e a risentirne fortemente è stata la linea della Valle Verzasca (62.321), di conseguenza sono state aggiunte diverse corse, soprattutto nel periodo estivo.

10.01.2017
Da parte del DECS, è stato pubblicato il bando di concorso per l’appalto del servizio di trasporto scolastico per gli allievi della Scuola Media di Bellinzona 2, Cadenazzo, Canobbio, Castione, Giubiasco, Losone e Gordola. Il consorzio “Classe Gialla” di cui fa parte anche la Chies Bus SA, si è aggiudicato la maggior parte dei trasporti.
Dal 28 agosto 2017, con il giungere di 3 nuovissimi veicoli e l’assunzione di 3 unità di personale, la Chiesa Bus SA garantisce il trasporto allievi di Cugnasco, Gerra Piano e Riazzino da e per le Scuole Medie di Gordola.
Contratto con durata 10 anni.
abbonamento arcobaleno Ticino ASTAG logo per il turismo svizzero fondazione verzasca logo Ticino Turismo BUSSHOP Stampa LOGO ROAD LOGO AUTOPOSTALE FF S TILO